Calendario eventi

<aprile 2014>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234

Web Cam

  • ces001t

IMU - Informativa pagamento acconto e saldo

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - IMU - ANNO 2013
INFORMATIVA PAGAMENTO ACCONTO E SALDO

PRINCIPALI NOVITA' PER IL PAGAMENTO IMU 2013

1) L'IMU dovuta (acconto e saldo) per i soli fabbricati uso produttivo Categoria Catastale D, per l'anno 2013, è riservata allo Stato e dev'essere calcolata con l'aliquota dello 0,76%. (Quindi per questi immobili non dev'essere pagata la quota comunale).

2) L'IMU dovuta (acconto e saldo) per tutti gli altri fabbricati e aree edificabili è riservata al Comune dove sono ubicati gli immobili e le aree. Pertanto per l'anno 2013 per questi immobili e aree non dev'essere pagata la quota statale.

CHI DEVE PAGARE
L'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - IMU - dev'essere pagata da:
1. proprietari di fabbricati comprese le abitazioni principali e le relative pertinenze;
2. coltivatori diretti per l'immobile destinato ad abitazione principale e relative pertinenze;
3. proprietari di aree edificabili;
4. titolari di diritti reale di usufrutto,uso, abitazione, enfiteusi e superficie su fabbricati, anche se destinati ad abitazione principale e pertinenze, ed aree fabbricabili ;
5. locatari in caso di locazioni finanziaria (leasing);
6. concessionari di aree demaniali.
- Se l'immobile è posseduto da più proprietari o titolari di diritti reali di godimento, l'imposta deve essere pagata da ciascuno in proporzione alle quote di possesso.
- I terreni agricoli e i fabbricati rurali ad uso strumentale situati nel territorio del Comune di Cesana Torinese sono esenti.
- Sono state espressamente abrogate dalla legge le concessioni in uso gratuito a parenti in linea retta o collaterale. Su questi immobili non si applica l'aliquota per l'abitazione principale ma quella per "altri immobili ".
- All'unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani residenti all'estero "AIRE" non si applica l'aliquota per l'abitazione principale ma quella per "altri immobili ".

ABITAZIONE PRINCIPALE - PERTINENZE - DETRAZIONE
- Per abitazione principale si intende l'immobile in cui il soggetto passivo e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.
- Per pertinenze si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una pertinenze per ciascuna categoria catastale indicata, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo. Nel caso di pluralità di pertinenze appartenenti alla stessa categoria catastale, le agevolazioni si applicano alla pertinenza che presenta il maggior valore catastale.

COME SI PAGA
L'imposta municipale propria si paga, in proporzione alla quota e ai mesi di possesso degli immobili e va versata in due rate :

ACCONTO ENTRO IL 17 GIUGNO 2013 - SALDO ENTRO IL 16 DICEMBRE 2013
Ai sensi dell'art.13, comma 13-bis, del D.L. n.20/2011, convertito con la Legge n.214/2011, l'IMU è calcolata sulla base dell'aliquote e delle detrazioni deliberate dal Comune.
Pertanto l'anno 2013 sono state deliberate le seguenti aliquote :

TIPO DI IMMOBILEALIQUOTECODICE TRIBUTI MOD. F.24
ABITAZIONE PRINCIPALE  e PERTINENZESi resta in attesa della normativa che confermi l’esenzione anche per il saldo 2013==
ALTRI IMMOBILI0,94%3918
AREE EDIFICABILI0,94%3916

 

PER I SOLI FABBRICATI PRODUTTIVI CATEGORIA CATASTALE D

ALIQUOTA ACCONTO e SALDO ANNO 2013

TIPO DI IMMOBILEALIQUOTECODICE TRIBUTI MOD. F.24
FABBRICATI PRODUTTIVI CAT. CATASTALE  D0,76%3925

 

CALCOLO DELL'IMPOSTA
Il calcolo dell'imposta si effettua applicando alla rendita catastale rivalutata del 5% il coefficiente di rivalutazione e applicando successivamente l'aliquota indicata nella tabella. ATTENZIONE rispetto all'Ici i coefficienti di rivalutazione sono variati come di seguito indicato.
Coefficienti di rivalutazione : 160 immobili classificati in categoria A (esclusi A/10) - C/2-C/6-C/7
140 immobili classificati in categoria B - C/3-C/4-C/5
80 Immobili classificati in categoria D/5 e A/10
60 immobili classificati in categoria D
55 immobili classificati in categoria C/1.

 

MODALITA' DI PAGAMENTO
IL PAGAMENTO PUO' ESSERE EFFETTUATO CON IL MODELLO F24 O CON BOLLETTINO POSTALE, che la S.V. trova presso qualsiasi sportello bancario o postale. Il versamento dovrà essere effettuato utilizzando i codici tributo sopra indicati e il codice Ente relativo al Comune in cui sono ubicati gli immobili . ATTENZIONE IL CODICE ENTE- PER IL COMUNE DI CESANA TORINESE E' C564

CODICE ENTE: C564 (è il codice catastale del comune di Cesana Torinese dove sono ubicati gli immobili)

L'importo da versare deve essere arrotondato all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi ovvero per eccesso se superiore a detto importo es. 28,49=28,00; 28,56=29,00)

DICHIARAZIONE IMU
I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione Imu entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta. Collegandosi al sito del nostro comune è possibile visionare le istruzioni ministeriali che elencano i casi in cui è obbligatorio presentare la dichiarazione e il relativo modello da compilare anche on-line.

COLLEGANDOSI AL SITO DEL COMUNE DI CESANA TORINESE : www.comune.cesana.to.it
CLICCANDO SUL LINK CALCOLO IMU on-line: E' A DISPOSIZIONE UN FOGLIO DI CALCOLO che effettua in automatico il calcolo, e per il pagamento è possibile stampare il Modello F24 già compilato.
Il calcolo Imu on-line effettua unicamente il conteggio e non il controllo dei dati inseriti, quindi è onere e responsabilità del contribuente verificarne la correttezza.

 

NOVITA' PER IL SALDO IMU 2013
D.L. 102/2013 convertito con la legge n. 124/2013

ESENZIONE DAL 1° LUGLIO 2013

Esenzione per gli immobili-merce
Per l'anno 2013 non è dovuta la seconda rata dell'Imu relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati. Per l'anno 2013 l'Imu è dovuta fino al 30 giugno 2013.

Assimilazione alle abitazioni principali e pertinenze per gli immobili delle Forze di Polizia, Vigili del Fuoco e Prefettura:
Ai sensi dell'art.5 comma 5 del D.L. 102/2013, a partire dal 1° luglio 2013, è stata introdotta l'assimilazione alla disciplina in materia di Imu concernete l'abitazione principale e le relative pertinenze, a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, che sia posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendete delle Forze di polizia ad ordinamento civile nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e, fatto salvo quanto previsto dall'art.28, comma 1 del D.Lgs. 139/2000, dal personale appartenente alla carriera prefettizia. L'assimilazione non opera per i fabbricati in categoria catastale A/1-A/8-A/9.

Ai fini dei benefici sopra indicati, il soggetto passivo deve presentare a pena di decadenza entro il termine ordinario per la presentazione delle dichiarazioni di variazione Imu, apposita dichiarazione, utilizzando il modello ministeriale predisposto, con cui attesta il possesso dei requisiti e indica gli identificativi catastali degli immobili ai quali si applica il beneficio.

 

Per qualsiasi informazione potete contattare telefonicamente l'Ufficio Tributi tel. 0122/89333.